Dopo pochi anni di servizio, microsoft annuncia il definitivo abbandono di Windows 8 come sistema operativo, che non sarà più nè supportato ne aggiornato. Per gli utilizzatori di Windows 8 che vogliono continuare ad utilizzarlo, devono aggiornare a Windows 8.1, oppure passare gratuitamente entro il 29/07/2016 a Windows 10

Già da tempo l’abbandono del “nuovo” sistema operativo era voce di corridoio, seguirà infatti lo stesso approccio applicato per gli altri sistemi operativi Microsoft.

Windows 8.1 (data di uscita novembre 2013) viene considerata una sorta di Service Pack, ma in realtà si tratta di un vero e proprio sistema operativo, successore di Windows 8, realizzato per sopperire ai molti problemi ed errori commessi in precedenza. Infatti alla sua data di rilascio, Microsoft aveva giù annunciato che da li a 2 anni, avrebbero riposto in un cassetto il predecessore Windows 8.

Il termine di supporto è scaduto il 13/01/2016, con qualche mese “bonus” rispetto alla data prevista. e da ora in avanti non saranno più rilasciati aggiornamenti per Windows 8

Ma possiamo stare tranquilli, passare alla versione 8.1 è abbastanza semplice e indolore e possiamo giovare fino al 10/01/2023 del supporto esteso e aggiornamenti per questa versione.
Parlando invece del nuovissimo Windows 10, Microsoft ha annunciato momentaneamente il giorno del 14/10/2025 per il termine del supporto.

“Momentaneamente” perchè Microsoft ha sempre fatto intendere agli utenti che Windows 10 sarebbe stato il suo “ultimo sistema operativo”. Grazie a novità tecnologiche di aggiornamento, Windows 10 infatti potrà cambiare in maniera radicale la sua piattaforma e trasformarsi in un sistema tutto nuovo negli anni a venire.

Quindi la data di supporto esteso potrebbe essere posticipata nel tempo. Durante il periodo chiamato “mainstream”, Microsoft rilascerà, a titolo gratuito, patch di sicurezza ed aggiornamenti di vario genere. Successivamente passerà in modalità di supporto esteso, dove gli aggiornamenti sulla sicurezza del sistema rimarranno gratuiti, ma si dovrà sottoscrivere un abbonamento a pagamento per gli altri tipi di aggiornamenti.

Ulteriori informazioni sulle durate del supporto delle varie versioni di Windows, sono reperibili e consultabili in questa pagina.

Recensione a cura di Giampaolo Ribaldi.

Related Post