Un client di posta elettronica (Electronic Mail = e-mail) è un software o programma che viene installato sui computer per poter inviare, ricevere ed organizzare messaggi email. Il termine client deriva dall’architettura “client-server” sulla quale si basano quasi tutti i servizi web, dove il server si occupa della raccolta e smistamento dei messaggi verso altri server o destinatari finali (che appunto, usano client per scaricarli).

I client si collegano ai server per la spedizione tramite il protocollo SMTP (posta in uscita) e per la ricezione con il protocollo POP3 o IMAP (posta in arrivo). I più noti programmi di gestione email sono Microsoft Outlook, Microsoft Outlook Express (ormai andato in pensione con Windows XP), Windows Live Mail, Mozilla Thunderbird ed Apple mail.

Per spiegare ai neo-internauti cosa è un client di posta elettronica e a cosa serve, lo facciamo paragonandolo alla vita di tutti i giorni:
Quando riceviamo una email questa viene ricevuta dal server di posta dove risiede la nostra casella elettronica. Quindi il postino consegna la lettera (messaggio email) nella casella postale (indirizzo email) che voi avete nell’ufficio postale (server di posta).
A questo punto è necessario mandare un fattorino per ritirare la lettera al nostro posto, ovvero il Client di posta elettronica che, avendo tutte le informazioni e strumenti  necessari (protocollo POP3, indirizzo email, utente e password) è in grado di ritirare (scaricare) le nostre buste (email).

I Client di posta elettronica scaricano dunque sul nostro computer tutti i messaggi email che riceviamo, archiviandoli in base alle nostre disposizioni (possiamo crearvi più cartelle all’interno di esso). Le cartelle di default sono:

Posta in arrivo: dove riceviamo tutti i nuovi messaggi email e vengono archiviati quelli già ricevuti
Posta inviata: un elenco di tutti i messaggi email che abbiamo inviato
Posta in uscita: dedicata alle email in fase di trasmissione
Cestino / Posta eliminata: appunto, dove vengono scaricate tutte le email che cancelliamo
Posta Indesiderata: i client di posta elettronica spostano le email in questa cartella se il server le giudica “non sicure” in base a determinati parametri. Queste email potrebbero essere potenzialmente pericolose e contenere virus.

client di posta elettronica email

Inoltre è possibile creare infinite sotto-cartelle e rinominarle a piacere, dove spostare i messaggi che arrivano in Posta in arrivo. Quasi tutti i client di posta elettronica hanno la funzionalità di “regole dei messaggi”, ma di questo ne parleremo in un altro articolo.

Una particolare parentesi va aperta per quanto riguarda il protocollo IMAP. Grazie a questa interfaccia è possibile creare un archivio sincronizzato delle nostre email. Infatti configurando il protocollo IMAP (invece del più comune POP3), è possibile sincronizzare la posta elettronica e le cartelle su più computer e gestirla su diverse postazioni.
Quindi ipotizzando una situazione lavorativa in cui si utilizza sia un pc desktop (computer  fisso da scrivania) che un notebook (computer portatile), il protocollo IMAP sarà indispensabile per sincronizzare le cartelle in entrambi i dispositivi, permettendoci di avere sempre a portata di mano tutti gli archivi di posta in arrivo, inviata, eliminata e tutte le altre cartelle create.

Oggi i Client di posta elettronica si sono evoluti, infatti non fungono solo da interfaccia per messaggi email, ma hanno anche funzioni aggiuntive. Le più comuni sono:

La rubrica: dove è possibile memorizzare un elenco pressochè infinito di contatti, aggiungendo molte informazioni alle loro schede, come telefono, fax, indirizzo etc
Calendario: grazie al quale è possibile segnare appuntamenti o ricorrenze
Feed: un collegamento con notizie dei siti ai quali ci siamo iscritti

Un’altra categoria di Client, è il webmail. In realtà non è un software che viene installato sul pc, ma un applicativo che risiede all’interno di siti web (che in genere sono i provider della nostra email, come tiscali.it, alice.it, libero.it) che ci permette di accedere alla nostra email da qualunque postazione senza dover installare nessun programma, semplicemente accedendo al sito inserendo username e password. In questo modo i nostri messaggi saranno archiviati direttamente all’interno del server e quindi visibili ad ogni nostro accesso tramite il pannello webmail.

Per configuare un client di posta elettronica, abbiamo quindi bisogno di una casella email. E’ possibile crearne di gratuite e sicure attraverso i siti più noti come gmail, tiscali, libero, hotmail, alice, oppure è possibile creare delle email con dominio personalizzato.
Creando un’email con questi provider gratuiti, infatti saremo costretti ad avere un indirizzo simile a mionome@hotmail.it, mionome@gmail.com, mionome@tiscali.it. Tenendo in considerazione che esistono milioni di email attive, sarà difficile poter trovare un indirizzo disponibile che faccia al caso nostro (come luca@hotmail.it, oppure mario.rossi@gmail.com), ma grazie alla registrazione di un dominio, operazione molto importante per gli uffici e le attività, è possibile ottenere un nome completamente personalizzato.

Ad esempio, registrando il dominio rossi.it, potremmo creare svariate email come mario@rossi.it, oppure informazioni@rossi.it.

INFOMAIN è in grado di fornire maggiori informazioni sulla registrazione di domini personalizzati e configurazione di client di posta elettronica.

Articolo a cura di Giampaolo Ribaldi

Related Post